Tutti vogliono essere in questo posto nei Balcani! IMMAGINI

L’apertura della seconda fiera enogastronomica e turistica consecutiva Wine Vision By Open Balkan, che si svolgerà dal 16 al 19 novembre di quest’anno presso la Fiera di Belgrado, sotto gli auspici del governo della Repubblica di Serbia, Macedonia del Nord e Albania, nell’ambito dell’iniziativa Open Balkans, si è tenuta ieri.

All’inaugurazione erano presenti il ​​presidente della Repubblica di Serbia, Aleksandar Vucic, il presidente del Montenegro, Yakov Milatovic, il primo ministro della Repubblica di Macedonia del Nord, Dimitar Kovacevski, e il presidente della regione italiana del Veneto, Luca Zaia. Il Primo Ministro della Repubblica d’Albania, Edi Rama, si è rivolto al pubblico in collegamento video.

In apertura, il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato che alla seconda fiera Wine Vision By Open Balkan sono attesi tra i 30.000 e i 50.000 visitatori e che è la terza più grande in Europa dopo le fiere di Verona e Düsseldorf.

“Stiamo aprendo Wine Vision qui a Belgrado per la seconda volta. È quasi incredibile quello che abbiamo fatto qui in un anno”, ha detto il presidente serbo, che ha ringraziato per il sostegno fornito sia dalla Macedonia del Nord che dall’Albania.

“Voglio chiedere a tutta la gente di Belgrado e della Serbia di venire a visitare tutti i padiglioni, vedere i magnifici vini, vedere cosa possono fare i nostri chef, quanto possono imparare, e anche a tutti i bambini delle nostre scuole alberghiere di visitare la fiera durante nei prossimi giorni e imparerò molto da coloro che lo conoscono meglio in Europa e nel mondo”, ha detto Vucic, sottolineando di essere particolarmente contento che la metà degli espositori provenisse dai Balcani Aperti e che tre paesi abbiano vinto ben sette ori, 60 medaglie d’argento e 82 di bronzo alla più grande giuria di vini del mondo a Londra.

«Quest’anno si sono uniti a noi tanti produttori da tutto il mondo», ha detto il presidente, che ha ringraziato Vin Italia.

“L’anno prossimo ci aspettiamo un afflusso ancora maggiore e una presenza ancora più significativa di viticoltori e buyer italiani. Quest’anno abbiamo addirittura sei volte più clienti autorizzati”, ha affermato il presidente Vucic.

Il Primo Ministro della Repubblica d’Albania, Edi Rama, è intervenuto all’inaugurazione in collegamento video.

“Vorrei poter stare con te. Vorrei dare il benvenuto al Presidente del Montenegro a questa nostra iniziativa”, ha detto Rama, sottolineando l’importanza di organizzare una fiera così aperta nella nostra regione.

Il presidente del Montenegro, Yakov Milatovic, ha ringraziato il presidente Vučić per l’invito.

“I Balcani sono più belli quando sono aperti. Penso che questo modo di collaborare sia la cosa migliore. E stasera inviamo una foto al mondo. Il vino è qui per unirci, quindi per il bene della storia del vino e del nostro futuro comune, auguro a tutti il ​​meglio”, ha detto Milatovic.

Alla folla è intervenuto anche il primo ministro della Macedonia del Nord, Dimitar Kovacevski.

“Possiamo confermare che abbiamo forti legami che danno un grande impulso alle nostre economie”, ha detto Kovaczewski, che ha elencato alcuni dei progetti comuni.

“Insieme stiamo percorrendo il cammino europeo e lo abbiamo fatto da soli senza che nessuno ci aiutasse. Molto significativo è anche il contributo alla creazione di un mercato unico nei Balcani occidentali, e quindi il collegamento con il mercato europeo. Insieme abbiamo ottenuto un risultato migliore”, ha sottolineato il Primo Ministro della Macedonia del Nord, aggiungendo che attraverso l’iniziativa Open Balkan vediamo già numeri chiari che mostrano i benefici che questa iniziativa ha portato.

Marko Čadež, presidente della Camera di commercio serba, si è rivolto al pubblico e ha dato il benvenuto ai visitatori, agli espositori e ai produttori di vino di Wine Vision.

Quest’anno la fiera riunisce oltre 600 espositori provenienti da numerose cantine, distillerie e aziende gastronomiche provenienti da oltre 28 paesi, il doppio degli espositori rispetto allo scorso anno. La metà degli espositori provengono dai paesi membri di Open Balkan, ovvero 260 dalla Serbia, 74 dalla Macedonia del Nord e 21 dall’Albania.

Il primo giorno la fiera è stata dedicata esclusivamente ai visitatori business e agli incontri B2B, e finora sono stati pianificati oltre 5.000 incontri attraverso il portale della fiera, dove visitatori professionali, clienti e sommelier scopriranno nuove imprese. Il fatto che quest’anno ci aspettiamo quattro volte più visitatori professionali rispetto all’anno scorso testimonia il successo della fiera di quest’anno.

La fiera sarà aperta al pubblico da oggi, venerdì 17 novembre, a domenica 19 novembre 2023. Il prezzo del biglietto è di 700 dinari e potrà essere acquistato alla Fiera di Belgrado. Un bicchiere da degustazione viene noleggiato per 500 dinari.

Per tutti gli intenditori di vino, il concorso Open Balkan Wine Trophy sarà sicuramente il momento clou di questo spettacolo regionale. Più di 600 campioni di vino provenienti da aziende vinicole regionali saranno giudicati da trenta illustri giudici provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno l’esposizione si sviluppa su sei padiglioni, a cui si aggiungono due padiglioni dedicati alla gastronomia, su oltre 44.000 metri quadrati di superficie espositiva. Il padiglione 5 è stato rinnovato per uno spettacolo gastronomico con chef provenienti da tutto il mondo, masterclass e un concorso di cucina, mentre il padiglione 11 è una mostra gastronomica con diversi tipi di cibi e spezie.

Il padiglione 1 è sicuramente il più interessante, dedicato ai vini provenienti da Serbia, Macedonia del Nord e Albania, mentre il padiglione 4 presenterà vini provenienti da tutto il mondo. Un vero spettacolo culinario è previsto nell’ambito del programma Food Vision by Open Balkan nel padiglione 11, dove i migliori chef regionali si sfideranno nella preparazione dei piatti tradizionali balcanici.

Non perdere l’occasione unica di prendere parte all’indimenticabile spettacolo del vino in questi giorni a Belgrado.

Segui le ultime notizie con BLITZ e su Telegram. Unisciti al canale qui